Rihanna ha donato 15 milioni di dollari per sostenere la giustizia climatica

Il cambiamento degli ecosistemi genera ingiustizie e condanna le comunità già a rischio

Il cambiamento climatico è anche una questione di sociale e Rihanna ha appena dato un grande e prezioso sostegno a chi ogni giorno si occupa di questo argomento. 

Attraverso la sua fondazione Clara Lionel, l'artista ha donato 15 milioni di dollari a 18 diverse organizzazioni di giustizia climatica che operano tra i Caraibi e gli Stati Uniti. 

"I disastri climatici, che stanno crescendo in intensità e frequenza, non hanno un impatto uguale su tutte le comunità, con le comunità di colore e le nazioni formate da isole che affrontano il peso del cambiamento climatico" ha fatto sapere Rihanna, che è nata sull'isola di Barbados, in una dichiarazione.

Rihanna, 33 anni - getty images

La sovvenzione è stata fatta in partnership con l'iniziativa filantropica #StartSmall di Jack Dorsey, co- fondatore di Twitter, e si focalizza appunto sulle comunità più a rischio. 

La giustizia climatica vuole riportare uguaglianza dove il cambiamento climatico genera ingiustizie, a partire dal fatto che i Paesi e le comunità che soffrono maggiormente l'impatto non sono quelli che hanno contribuito di più alla crisi dell'ambiente. È anche un tema generazionale perché, come sai, le generazioni attuali sono quelle che pagano il prezzo di scelte prese in passato e il futuro delle prossime generazioni è già a rischio. 

Uno dei modi in cui opera la giustizia climatica è quello di continuare a richiamare i leader perché collaborino a livello internazionale, per far sì che nessuno venga lasciato indietro. 

ph: getty images